Associazione Nazionale
"THÈM ROMANÓ" ONLUS
fondata nel 1991
Associazione Autonoma di Rom e Sinti
Centro di Promozione Interculturale
-Sede Nazionale Lanciano CH)
Sede italiana della Romani Union Internazionale (IRU)
Sede italiana European Roma and Travellers Forum (ERTF)

 

GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO E LEGGI GLI ARTICOLI IN CALCE

LA MANIFESTAZIONE è UFFICIALMENTE GEMELLATA CON LA MANIFESTAZIONE ANTIRAZZISTA CHE SI TERRà A PARIGI IL 4/9 ALLE 14,00

scarica e diffondi il volantino

guarda il video del corteo8/06/2008

Il   COORDINAMENTO NAZIONALE ANTIDISCRIMINAZIONE

SA PHRALA- OGNI PERSONA è TUO FRATELLO

Mobilita Rom e Sinti e tutti gli amici Sabato 4 settembre 2010 per una   manifestazione civile in Piazza CAMPO DEI FIORI (adiacente a Piazza Farnese) a Roma, a partire dalle 14,30 per dire:

            - STOP A RAZZISMO E DISCRIMINAZIONE CONTRO I ROM E SINTI!

            - STOP AI CAMPI NOMADI!

- BASTA USARE   ROM E SINTI COME CAPRI ESPIATORI E CARNE     DA MACELLO PER FINI POLITICI

            - STOP ALLE NUOVE FORME DI DEPORTAZIONE!!

- STOP ALLE MISTIFICAZIONI!!

- BASTA FARE DI TUTTA L'ERBA UN FASCIO!!

Il Ministro Maroni con un intervento al Corriere della Sera ha ufficialmente aperto la campagna elettorale che verterà ancora una volta sul problema della sicurezza e i predestinati ad essere usati come carne da macello e agnelli sacrificali saranno i Rom e Sinti.

Il Corriere della Sera ha intervistato il Ministro senza dare   alcuna possibilità ai Rom e Sinti di replicare.

I soliti articoli a senso unico!!

La comunicazione in Italia è pura propaganda e non informazione. Quando si tratta di Rom e Sinti non c'è mai contraddittorio!!

Ciò che sta accadendo in Francia ai Rom ci indigna come uomini prima   che come cittadini italiani, europei e cittadini del mondo. Basta deportazioni!!

I Rom e Sinti hanno pagato un prezzo altissimo durante la Seconda guerra Mondiale: i 500 mila Rom e Sinti massacrati dai nazifascisti   senza che questo evento si sia impresso nella memoria collettiva!!

I media asserviti al potere mettono in evidenza solo gli effetti devastanti della discriminazione senza   rilevare le cause che li determinano di cui sono responsabili   le stesse decisioni del governo.

Sarkozy e Maroni   mostrano i muscoli contro bambini, donne e vecchi che non possono difendersi in nessun modo!!

Ai Rom e Sinti solo la cronaca, mentre gli eventi culturali sono   oscurati!

La società civile deve essere informata e deve reagire!

L'integrazione passa attraverso i Fondi Europei e non dalle tasche degli italiani come invece si fa credere!

Ecco alcuni miei suggerimenti in 10 punti per migliorare la situazione dei Rom

  in Italia  

1) La sicurezza e la legalità vanno garantite a tutti. Rom e Sinti compresi. Nessuna voce autorevole ha condannato realmente l’episodio. Solo all’estero si sono resi conto della gravità della situazione dei Rom e Sinti in Italia.


2) Ristabilire la legalità riguardo la palese violazione dei più elementari diritti umani nei confronti delle diverse comunità Rom e Sinte in Italia, costrette a vivere in condizioni disumane e fortemente discriminate in netto contrasto con la Costituzione Italiana, con la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e con le normative europee ed internazionali.


3) Smantellare i campi nomadi che sono pattumiere sociali degradanti e frustranti, centri di segregazione razziale permanente ed emblema della discriminazione. I Rom e Sinti non sono nomadi per cultura. La mobilità è sempre coatta e mai una scelta. Chi vive oggi nei campi nomadi ieri aveva le case in Romania o nella ex-Jugoslavia. Il 70% della popolazione romanì in Italia ha cittadinanza italiana e vive nelle case (l’arrivo risale al XV secolo).


4) Facilitare l’ accesso alle case popolari con pari opportunità o sviluppare insediamenti urbanistici non ghettizzanti facilitando anche l’utilizzo dei servizi pubblici. Favorire il più possibile l’accesso alla scolarizzazione, al lavoro e all’assistenza sanitaria alle famiglie di Rom e Sinti più disagiate.


5) Promuovere l'integrazione anche attraverso i Fondi Europei con programmi specifici riguardanti la popolazione Romanì per evitare la facile strumentalizzazione di far credere che l'integrazione dei Rom e Sinti in Italia passa attraverso le tasche degli italiani.


6) Arrestare il processo di demonizzazione e di criminalizzazione di un intero popolo. Sono i singoli che hanno un nome e cognome a sbagliare e che devono essere puniti e non l’etnia di appartenenza.


7) Promuovere la conoscenza della storia, della cultura, dell’arte e della lingua dei Rom e Sinti per combattere gli stereotipi negativi e favorire l’integrazione. Attualmente si dà in 99% di spazio mediatico alla cronaca e l’ 1% di spazio agli eventi culturali che pur si organizzano sull’intero territorio nazionale (Festivals, concerti, mostre, esposizioni, convegni, rassegne cinematografiche, concorsi letterari, etc). E’ chiaro che questa disparità non può avere effetti positivi.


8) Prendere atto del palese fallimento dell’ assistenzialismo delle associazioni di volontariato che si sono arrogate il diritto di rappresentare il popolo Rom. Si sperperano annualmente centinaia di migliaia di Euro per progetti di scarso o nessun valore per i Rom e Sinti.


9) Creare una consulta in Italia di intellettuali Rom e Sinti e associazioni che abbiano una esperienza internazionale sulle problematiche concernenti la realtà delle comunità romanès che possa favorire la mediazione nella risoluzione dei problemi sociali e politici.


10) Favorire il più possibile il processo di integrazione positiva a coloro i quali dimostrano una chiara volontà di partecipazione sociale evitando di porre sullo stesso piano chi merita e chi delinque. I modelli positivi devono essere esaltati per essere una valida attrattiva per combattere l’ esclusione sociale e l’emarginazione culturale.

INVITATE EMAIL - ADERITE E FATE ADERIRE!!

Alexian Santino Spinelli (musicista e docente universitario Rom)

Moni Ovadia   (artista)

Miriam Mehgnagi (artista -Roma)

Nazzareno Guarnieri (Presiente della Federazione Romanì)

Radames Gabrielli (Presidente Federazione Rom e Sinti Insieme)

ATTENZIONE, SONO IN CORSO AZIONI DI SABOTAGGIO
LA MANIFESTAZIONE è CONFERMATA PER SABATO 4 SETTEMBRE

NON PRENDETE IN CONSIDERAZIONE COMUNICATI ED INFORMAZIONI NON PROVENIENTI DAL COMITATO ORGANIZZATORE

TUTTE LE INFORMAZIONI UFFICIALI VENGONO PUBBLICATE SUL SITO UFFICIALE VISIONABILE A QUESTO INDIRIZZO

http://www.associazionethemromano.it/coordantidiscrquattrosettembre.htm
______________________

Civiltà o barbarie? Questo è il dilemma…

Di Alexian Santino Spinelli
Musicista e docente universitario


Un bambino muore… un bambino di soli tre anni muore a Roma, Caput Mundi, a poca distanza dal Vaticano, centro dell’Impero della Chiesa Cattolica Romana, nel cuore della cultura europea… E’ un bambino Rom che allunga un’ interminabile lista di bambini rom morti per cause futili… Sembra un bollettino di guerra, eppure siamo in tempo di pace! Il bambino è morto sotto lo sguardo indifferente di una società troppo egoista o troppo preoccupata di autogratificarsi… vittima del razzismo imperante, della mistificazione, della discriminazione e del degrado…sulla sua anima prima che sul suo corpicino, innocente ed inerme pendeva una brutale mannaia ben congegnata da adulti senza scrupoli, arroganti e vittoriosi che lo ha stroncato. Pendeva sulla sua testa troppe colpe, prima fra tutte quella di essere nato Rom, anzi zingaro, come vuole la miglior tradizione dei civili acculturati, che di ignoranza e boria gonfiano il petto. Lui figlio legittimo della discriminazione e della segregazione razziale, capro espiatorio di tutti i mali della società come poteva pensare di non pagare le sue colpe e di non essere usato come agnello sacrificale? Lode e gloria ai condottieri della civiltà che mostrano vilmente muscoli a donne, vecchi e bambini!!
Poche ore dopo sono arrivate puntuali le ruspe a rimuovere ciò che rimaneva del suo mondo e allo stesso tempo a rimuovere di fretta la colpa che appartiene a tutti, come se non fosse, ancora una volta accaduto nulla… Una gravissima e immensa sconfitta del mondo civile…I bambini appartengono al mondo e a tutta l’umanità!!! Come si fa a non capirlo? Occorre essere dei grandi geni o scienziati? Questa è la civiltà che abbiamo creato in mille e mille anni di storia e di progressi? L’odio razziale, la xenofobia, la discriminazione, la segregazione razziale e l’apologia di reato sono la norma nella società odierna. Eroe oggi è chi difende i più elementare diritti umani e le persone più deboli! Ma è mai possibile? Ai disvalori si è opposta una sincera ed ferrea resistenza durante la seconda guerra mondiale che è costata oltre 50 milioni di morti di cui 500 mila Rom e Sinti barbaramente massacrati nei lager. Oggi si vive un retaggio di quella cultura etnocentrica e razzista, con i campi di sterminio “moderni” (campi nomadi anche se i Rom non sono nomadi per cultura!!!) e le nuove forme di deportazioni “civili” e “democratiche” approvate in larga maggioranza dall’opinione pubblica teleguidata e frastornata dai pregiudizi. Ma che non ci sia l’alibi del “Io Non Sapevo”. La morte del bambino Rom, non il primo e ahimè, visto i tempi e le prospettive, neanche l’ultimo, è un’omicidio collettivo e, allo stesso tempo, un suicidio di massa!!!!

Basta Pogrom!!
Stop al razzismo!!
No alla xenofobia!!
Stop alle mistificazioni!!!!

10 punti per migliorare la situazione dei Rom e Sinti in Italia

1) La sicurezza e la legalità vanno garantite a tutti. Rom e Sinti compresi. Nessuna voce autorevole ha condannato realmente l’episodio. Solo all’estero si sono resi conto della gravità della situazione dei Rom e Sinti in Italia
2) Ristabilire la legalità riguardo la palese violazione dei più elementari diritti umani nei confronti delle diverse comunità Rom e Sinte in Italia, costrette a vivere in condizioni disumane e fortemente discriminate in netto contrasto con la Costituzione Italiana, con la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e con le normative europee ed internazionali.
3) Smantellare i campi nomadi che sono pattumiere sociali degradanti e frustranti, centri di segregazione razziale permanente ed emblema della discriminazione. I Rom e Sinti non sono nomadi per cultura. La mobilità è sempre coatta e mai una scelta. Chi vive oggi nei campi nomadi ieri aveva le case in Romania o nella ex-Jugoslavia. Il 70% della popolazione romanì in Italia ha cittadinanza italiana e vive nelle case (l’arrivo risale al XV secolo)
4) Facilitare l’ accesso alle case popolari con pari opportunità o sviluppare insediamenti urbanistici non ghettizzanti facilitando anche l’utilizzo dei servizi pubblici. Favorire il più possibile l’accesso alla scolarizzazione, al lavoro e all’assistenza sanitaria alle famiglie di Rom e Sinti più disagiate.
5) Promuovere l'integrazione anche attraverso i Fondi Europei con programmi specifici riguardanti la popolazione Romanì per evitare la facile strumentalizzazione di far credere che l'integrazione dei Rom e Sinti in Italia passa attraverso le tasche degli italiani.
6) Arrestare il processo di demonizzazione e di criminalizzazione di un intero popolo. Sono i singoli che hanno un nome e cognome a sbagliare e che devono essere puniti e non l’etnia di appartenenza.
7) Promuovere la conoscenza della storia, della cultura, dell’arte e della lingua dei Rom e Sinti per combattere gli stereotipi negativi e favorire l’integrazione. Attualmente si dà in 99% di spazio mediatico alla cronaca e l’ 1% di spazio agli eventi culturali che pur si organizzano sull’intero territorio nazionale (Festivals, concerti, mostre, esposizioni, convegni, rassegne cinematografiche,
concorsi letterari, etc). E’ chiaro che questa disparità non può avere effetti positivi.
8) Prendere atto del palese fallimento dell’ assistenzialismo delle associazioni di volontariato che si sono arrogate il diritto di rappresentare il popolo Rom. Si sperperano annualmente centinaia di migliaia di Euro per progetti di scarso o nessun valore per i Rom e Sinti.
9) Creare una consulta in Italia di intellettuali Rom e Sinti e associazioni che abbiano una esperienza internazionale sulle problematiche concernenti la realtà delle comunità romanès che possa favorire la mediazione nella risoluzione dei problemi sociali e politici.
10) Favorire il più possibile il processo di integrazione positiva a coloro i quali dimostrano una chiara volontà di partecipazione sociale evitando di porre sullo stesso piano chi merita e chi delinque. I modelli positivi devono essere esaltati per essere una valida attrattiva per combattere l’ esclusione sociale e l’emarginazione culturale.

INVITATE EMAIL - ADERITE E FATE ADERIRE!!

Alexian Santino Spinelli (musicista e docente universitario Rom)

Moni Ovadia   (artista)

Miriam Mehgnagi (artista -Roma)

Nazzareno Guarnieri (Presiente della Federazione Romanì)

Radames Gabrielli (Presidente Federazione Rom e Sinti Insieme)

Sergio Giovagnoli (Presidente l'Apis -Roma)

On. Furio Colombo ( parlamentare PD) Roma

Jean Leonard Tuadì (Parlamentare PD)

Valerio   Tursi (Presidente Arci Solidarietà -Roma)

Carla Osella (AIZO Rom e Sinti -Torino)

Ass. Rom SintiPolitica  Silvi (TE)

On. Letizia Detorre parlamentare PD

On. Manuela Ghizzoni (PD)

Senatrice Anna Maria Carloni  PD

On. Rita Bernardini  - Partito Radicale

On. Livia Turco parlamentare PD

Avv. Filippo Paolini (Sindaco di Lanciano-CH)

On. Juan de Dios Ramírez-Heredia (Presidente Union Romani) Spagna

On. Paolo Ferrero (Segretario Rifondazione Comunista -Federazione della Sinistra)

Stefano Galieni (Responsabile nazionale immigrazione Prc)

Sergio Gaudio coord. Forum Immigrazione di Roma, Partito Demcratico

Luciano Scagliotti ( ENAR European Network Against Racism) Torino

Nevio Casadio (giornalista RAI) Roma

CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro)

Giuseppe Casucci -Coordinatore Nazionale Dipartimento Politiche Migratorie UIL

Andrea Castelfranato (musicista -Lanciano CH)

Diana Pavlovic (attrice Rom - Milano)

Claudio Graziano resposabile immigrazione ARCI di Roma

Eugenio Melandri ex parlamentare europeo assessore alla cultura di Genzano di Roma

Yuri De Bar (Consigliere Comunale Sinto - Mantova)

Associazione Romà onlus - Roma

Gennaro Spinelli (studente e musicista rom - Lanciano CH)

Marian Serban (musicista rom -Roma)

Luciano Pannese (musicista -Castelluccio Valmaggiore FG)

Luciano Di Giandomenico (direttore d'orchestra   -l'Aquila)

Luca Marziali (musicista -Civitanova Marche)

Giulia Di Rocco (Ass. Them Romano - Lanciano CH)

Antonietta Spinelli (Ass. Thèm Romano Pratola Peligna AQ)

Gianni Novelli (CIPAX   Roma)

Marco Brazzoduro (docente universitario - Roma)

Nico Arcieri (musicista - Bisceglie .BA)

Giani di Claudio (Regista - Pianella CH)

Luca Krstic (regista - Pescara)

Ines Contesso (Sinistra Ecologica e Libertà) Roma

Sinistra Ecologia Libertà - Lazio

Daniela Lucatti, Pisa

Pietro Soldini (responsabile nazionale immigrazione CGL)

Gennaro Spinelli (commerciante Rom -Lanciano CH)

Giulia Spinelli (casalinga Rom -Lanciano CH)

Valentina De Rosa (parrucchiera romnì - Lanciano CH)

Orietta Cipriani (musicista - Pescara)

Lena Persiani (operaia rom   - Palena CH)

Roberto Malini (Everyone)

Marco Livia (Acli -Roma)

Radicali Italiani / PR / Galassia.

Daniela De Rentiis (Associazione Thèm Romanò -Lanciano CH)

Tamara Bellone (docente universitaria -Torino)

Rosa Spinelli (dipendente comunale di etnia rom - Lanciano CH)

Amelia Spinelli (imprenditrice di etnia rom - Lanciano CH)

Piera Tacchino (Ass. Piemonte Grecia Santorre di Santarosa -Torino)

Alma Azovic (mediatrice culturale Rom -Torino)

Giulia Spinelli (commerciante di etnia rom - Lanciano CH)

Olimpio Cari (Pittore Sinto -Bolzano)

Bruno Morelli (pittore Rom -Avezzano AQ)

Gennaro Cieri (operaio rom -Atessa -CH)

Luigi Cieri (Operaio Rom -Pescara)

Angela Cieri (Casalinga di etnia rom -Paglieta CH)

Silvia Faugno (Cantante lirica -Pescara)

Federica Zanetti (docente Universitaria -Bologna)

Glenis Robinson (Everyone - Roma)

Fabio Parente (Fabulafilm -regista e produttore   - Roma)

Gennaro Bevilacqua (imprenditore Rom -San Vito Chietino CH)

Orhan Galius (Giornalista Rom -Olanda)

Fp Cgil Roma Ovest

Proletari Comunisti

Coop Pralipè Pescara

Maria Mazzei -Assessore alle Politiche Sociali X Municipio, Roma

Kossi Komla-Ebri (scrittore) Ponte Lambro CO

Associazione Sinti project international - Rovereto

Bajram Osmani (giornalista rom.Ass. thèm romanò -Brescia)

Manuel Innocenti (Sinto) Rovereto

Vladimiro Torre (Sinto, presidente Ass. thèm Romanò   di Reggio Emilia)

Jovan Damianovic (Deputato Rom Repubblica Serba)

Bajram Haliti (avvocato, scrittore rom   - Serbia)

Alija Krasnici (scrittore Rom - Serbia)

Loredana Galassini (freelance - Roma)

Alberto Custodero (Giornalista - Roma)

Davide Spinelli (studente universitario Rom -Ortona CH)

Giulia Spinelli (studentessa di etnia rom Lanciano CH)

Evedise Spinelli (studentessa di etnia rom -Lanciano CH)

Antonio Ranieri (musicista -Lanciano CH)

Liviana Ranieri (musicista Lanciano CH)

Stojanovic Vojislav -Responsabile Commissione Immigrazione Regionale PRC Piumonte

Gianni Di Fonso (giostraio Rom - Lanciano CH)

Bruno di Fonzo (ingegnere -Argenta FE)

Paolo Barabani (cantante -Argenta FE)

Cristiana Arena (musicista   - Pescara)

Gianluca Magagni (AIZO Rom e Sinti -Trento)

Claudio Bocci (Ass. Altrevie -Roma)

Franca Minnucci (attrice - Pescara)

Franco Rossi (Ass. Cult. Colonos   - Udine)

Maria Grazia Dicati (Federazione Romanì - Piove di Sacco PA)

Salvo Di Maggio (Cooperativa ERMES - Roma)

Guido Cohen (Consigliere Comunità Ebraica - Roma)

Gaetano Maffia (regista - Roma)

Franco Mancuso (Roma)

Adriano Mordenti (Artista - Roma)

Mariella Valente (IDV - Livorno)

Franco Guarnieri (operaio rom - Pescara)

Gino Di rocco (studente universitario rom - Lanciano CH)

Giuseppe Di Rocco (imprenditore rom - Francavilla al Mare CH)

Umberto Di Nella (imprenditore rom - Vinchiaturo CB)

Tommaso Di Nella (commerciante rom - Lanciano CH)

Maria Rosa Sisto (pediatra -Francavilla al Mare CH)

Roberta Sangiorgi (presidente Associazione Ex e Tra - Mantova)

Pino Petruzzelli (attore, Genova)

Partito Rifondazione Comunista

Adriano Prosperi (docente universitario, Pisa)

Elisabetta Vivaldi (Attivista per i diritti del popolo Rom) Napoli-Londra

Guarnieri Marcello   operaio rom


Guarnieri Giovanni  commerciante rom

Guarnieri Giovina    infermiera professionale rom

Di Rocco Guido       infermiere professionale rom

Di Rocco Claudio    Operaio rom

Guarnieri Giulia      impiegata rom (studente universitaria)

Spinelli Silvana      impiegata Rom

Spinelli Concetta    operaia Rom

Guarnieri Massimiliano  Operaio rom

Sarachella Costantino   operaio rom

Pierfelice Paolo   studente universitario rom

Pierfelice Lorenzo studente universitario rom

Guarnieri Andrea   professionista rom

Guarnieri Giorgia  studente rom

Di Rocco Mauro   operaio rom

Sergio Suffer    commerciante sinto

Di Sabatino Angelo  consigliere comunale rom

Guarnieri Dante  commerciante rom

Guarnieri Enrico  operaio rom

Guarnieri Angela  insegnante rom

Rosa Mauro

Paola Pavese (fotografa) Roma

Alfonso Di Stefano - Rete Antirazzista Catanese

Associazione 21 Luglio  di Roma

Miguel Angel García (sociologo)

Vinicio Russo, (docente di Progettazione per la cooperazione - Università del salento) Lecce

Vassallo (Paleologo) Palermo

Doriana Goracci

Giovanna Grenga  (insegnante)  Roma

Gian Mario Gillio (direttore rivista Confronti) Roma

Bianca Stancanelli (giornalista) Roma

I Jalisse (artisti)

Alessandra Drusian (Jalisse) Trento

Fabio Ricci (Jalisse) Trento

Piero Terracina, Comunità Ebraica, Roma

Associazione FOCUS- Casa dei Diritti Sociali - Roma

Associazione I miei tempi - Spoleto

Patrizia Costantini, Spoleto

Eugenio Viceconte ( No(b)logo) Roma

Sandra Talone (ricercatrice) Arezzo

Ivo Menna (ambientalista) Vasto

Giuseppe Di Miccoli (giornalista) Barletta

Claudio Graziano, Roma

Rino Lamonaca RSU flc cgil Politecnico di Torino

Isabella Maccan (Assistente Sociale) Roma

Associazione Popica Onlus - Roma

Marcella Delle Donne (docente universitaria) Roma

Annamaria Rivera, ( antropologa, saggista e scrittrice, docente Università di Bari)

Andrea Membretti (sociologo-Pavia)

Pupa Garribba (giornalista) Roma

Guarnieri Elda (studentessa di etnia Rom) Silvi TE

Guarnieri Lucia (insegnante di etnia Rom) Silvi TE

Antonio Napolitano (musicista) Vasto

Paolo Barabani (musicista) Ferrara

Giada Valdannini (giornalista) Roma

Anna Maria Brigida (insegnante) Roma

Cristina Mattiello (insegnante) Roma

Associazione Yakaar Italia Senegal - Roma

- Licio Lepore (Ass. Berretti Bianchi - Versilia)


- Associazione Berretti Bianchi - ONLUS

Confederazione Cobas Pisa

Associazione Radicale Migrante Mike Ajai

Riccardo Torregiani Rete Antirazzista di Firenze
Manuela Giugni Rete Antirazzista di Firenze

Angela Maria Tiberi (poetessa) Latina

Lorenzo Monasta -OsservAzione - centro di ricerca azione contro la discriminazione di rom e sinti

Angelica Bertellini - giurista - Articolo 3 Osservatorio sulle discriminazioni, Mantova

Eva Rizzin (Articolo 3-Osservatorio sulle discriminazioni di Mantova)

Fabio Norsa (Presidente Comunità Ebraica di Mantova e Presidente di Articolo 3-Osservatorio sulle discriminazioni di Mantova)

Maria Bacchi  (Vice Presidente di Articolo 3-Osservatorio sulle discriminazioni di Mantova)
 

Idea Rom Onlus di Torino

Marcello Zuinisi - Sesto Fiorentino FI

Giancarlo Posati ( Animatore Culturale del Centro per la promozione della Pace, Diritti dei Cittadini e superamento dell’handicap) Torino

Silvia Paoluzzi - Roma

Rete di sostegno ai mercatini Rom, Roma


Sportello popolare Quarticciolo, Roma


Comitato Popolare di lotta per la Casa, Roma

Associazione Rom Stanziale del Kosovo in Trentino

Associazione Culturale Il Cineocchio di Vasto

Mauro Zaffaroni (Medico pediatra-neonatologo) - Novara

Associazione Handicap E Sviluppo - Torino

Associazione Articolo21

Donne contro il razzismo

Monteverde Aantirazzista

Alessandro Fulimeni ( Partito Comunista dei Lavoratori Fermo )

Marco Trotta

Adriano Bono (collega musicista)

Davide Gabrieli (Sucar Drom) Mantova

Luca Dotti (Sucar Drom) Mantova

Istituto di Cultura Sinta

Carlo Berini (Istituto di Cultura Sinta) Mantova

Cooperativa Labatarpe (Mantova)

Bernardino Torsi (Presidente Cooperativa Labatarpe) Mantova

Daniele Barbieri, Imola

Stella Maris Ferrari (Dirigente scolastico 194° Circolo Didattico di Roma) Roma

Massimo De Marchi (ricercatore universitario di Geografia Sociale) Padova

Mariapia Passigli ( assoc. Periferie al Centro. Firenze)


Redazione del giornale “Fuori Binario”. Firenze

Bozidar Stanisic (Zugliano - UD)

Sibhatu Ribka

Paola Silvestri USL5 Zona Pisana Centro Informazione e Consulenza Stranieri (CICS)

Antun Blazevic (mediatore culturale Rom) Roma

Alessandro Scassellati (ricercatore sociale) Roma

Sindacato USI-AIT

Giuseppe Cossuto

Roberto Martelli esecutivo nazionale Usi Ait

Cristina Mattiello - Roma

Teresa Ossella -Roma

Mario Campli (EESC ) Bruxelles

Luigi Riccio - Corriere Immigrazione

Spinossi Marco

Ruotolo Francesco

Roberta Antracite

Dario Mavilia (Associazione Altramente - Scuola per tutti)

Andrea Tuza (Vicenza)

Antonello Pabis ASCE - Associazione Sarda Contro l'Emarginazione

Claudio Fava Coordinatore Sinistra e Libertà

Elettra Deiana della Segreteria Nazionale Sinistra e Libertà

Roberto Musacchio ex Parlamentare Europeo Sel

Patrizia Sentinelli

Elisabetta Mincato

Claudio Olivieri - Direzione attività sociale di Socialismo rivoluzionario

Ernesto Rossi, presidente associazione Aven Amentza – Unione di Rom e Sinti

La redazione di Primavera Italia

Emiliano Di Marco, Mediatore Culturale, Napoli

Associazione casa della donna centro antiviolenza Pisa

Giuliano Borgianelli Spina

Federazione Nazionale dei Verdi

Presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli

Federazione regionale dei Verdi del Lazio

Presidente Regionale dei Verdi del Lazio Nando Bonessio

Anna Maffei Presidente Unione Cristiana Evangelica Battista d'Italia

Elvis Ferrari (Federazione Rom e Sinti Insieme)

Alberto Campedelli - Correggio RE

Nicola puglielli (musicista) Roma

Flavio Lotti - Tavola della pace

Andrea Manzardo ( insegnante ) Asiago (Vicenza)

Truzzi, De Barre, Lucchesi, Pozzi, Torre, Bracco, Cena, De Bianchi, Colombo, Marzi (famiglie giostraie Sinte di Reggio Emilia e Modena)

Primavera Romana

Gemma Azuni ( Consigliere al Comune di Roma Sinistra, Ecologia e Libertà - Gruppo Misto)

Bruno A. Bellerate, prof. emerito

Giulio Girardi, prof. pensionato

Bianca Giovannini (musicista) Roma

Associazione ANPPIA Nazionale

Guido Albertelli (presidente nazionale Associazione ANPPIA)

Andrea Camerini e Nuove Tribù Zulu

COSPE ONLUS (Cooperazione per lo Sviluppo dei paesi Emergenti)

Mirella Belvisi, architetto

Giuliano Lazzari  

Maria Bonafede (moderatora della Tavola Valdese)

Silvia Berruto (Fotoreporter e giornalista freelance) Aosta

I nostri link

per contattarci

tel. 0872 660099

cell. 340 6278489

spithrom@webzone.it